PRESE E ADATTATORI



Solitamente nelle abitazioni le prese da 10 A (nella foto) non hanno una protezione a monte che impedisce di assorbire una corrente superiore. E' la forma stessa della presa a consentire il collegamento solo con spine di apparecchi che non hanno un assorbimento superiore ai 10 ampere.
Conseguenza ovvia di quanto esposto al punto precedente, Ŕ il pericolo nell'uso di adattatori, come quello in figura, che permettono di inserire una spina da 16 A in una presa da 10 A.
Infatti si ha la possibilitÓ di assorbire una corrente maggiore di quella sopportabile dalla presa, senza che nessuna protezione intervenga, con surriscaldamento per effetto Joule.
Non ci sono problemi, invece, nell'utilizzare adattatori che consentono di inserire una spina da 10 A in una presa da 16 A.
Per lo stesso motivo bisogna porre molta cautela utilizzando degli adattatori tripli (nella foto un tipo vecchio e pericoloso), che consentono l'inserimento di 3 spine da 10 A in una presa da 10 A, e quindi un assorbimento teorico di 30 A. Oltre la presa, anche lo stesso adattatore non Ŕ costruito per sopportare tale corrente.
L'attenzione, quindi, sta nel non superare un assotbimento di 10 ampere.
Da evitare nel modo pi¨ assoluto l'inserzione a catena di adattatori tripli (nella foto) estremamente pericolosa anche per l'instabilitÓ meccanica. Inoltre il peso delle spine potrebbe portare alla fuoriuscita della presa dalla propria scatola.




Adattatore triplo
per standard tedesco


08/2000
Alberto Pischiutta


pagina precedente home teoria componenti sicurezza pagina seguente