IL "FAI DA TE"



Innanzi tutto bisogna premettere che il "fai da te" sugli impianti elettrici tassativamente vietato.
Tutti i lavori devono essere eseguiti da imprese installatrici o installatori abilitati. Importante, in questo campo, la legge 46 - 5.3.1990 - "Norme per la sicurezza degli impianti" con il relativo regolamento di attuazione.
Per i lavori su apparecchiature elettriche, quali portalampada o piccoli elettrodomestici, si sconsiglia, comunque, qualunque intervento se non si hanno delle buone conoscenze di base nel campo specifico.

Alle apparecchiature elettriche non si addice l'improvvisazione!


ATTENZIONE ALL'INTERRUTTORE UNIPOLARE
Normalmente una buona parte degli interruttori usati di tipo unipolare. Essi interrompono solo uno dei due conduttori (fase e neutro) per cui non sono idonei a garantire l'assenza di tensione sulle apparecchiature alimentate, anche se queste non sono in funzione.

ESEMPIO: portalampada - se l'interrutore aperto (lampada spenta) ma l'interruzione riguarda il neutro e non la fase, la corrente non circola, ma la tensione giunge ugualmente sul portalampada con pericolo di contatto diretto. Solitamente non conosciamo il punto di azione dell'interruttore e la lampada spenta non ci garantisce l'assenza di tensione.

Lampada spenta e portalampada non in tensione

Lampada spenta ma portalampada in tensione

Prima di qualunque lavoro su apparecchiature elettriche bisogna staccare la spina (se presente) o aprire l'interruttore bipolare (ad esempio quello generale). Non basta aprire il normale interruttore unipolare che comanda l'apparecchiatura.

Interruttori bipolari sono solitamente quelli presenti nel quadro elettrico di un appartamento e quello generale del contatore.

06 / 2000
Ultimo aggiornamento: 05 / 2001
Alberto Pischiutta


pagina precedente home teoria componenti sicurezza pagina seguente